Cosa sapere prima di visitare l’Argentina

Stai pensando di organizzare un bel viaggio in Argentina? Questo vademecum ti fornisce tutte le notizie necessarie ad affrontarlo serenamente.

Documenti

Iniziamo con le belle notizie! Ai cittadini italiani, per soggiorni fino a 3 mesi basta il passaporto in corso di validità (almeno 3 mesi al momento dell’ingresso nel Paese) e non serve nessun visto. Queste regole valgono anche per Cile, Bolivia, Paraguay, Brasile e Uruguay. Non è consigliata nessuna vaccinazione e il livello igienico in tutto il Paese è eccellente, quindi si possono consumare cibi e bevande senza problemi. L’unica cosa richiesta è la garanzia di fondi sufficienti a mantenersi durante il soggiorno e, all’uscita dall’Argentina, non si possono portare più di 10.000 dollari USA. Prima di partire è consigliato stipulare una polizza assicurativa per assistenza medica, regola utile per qualsiasi luogo s’intenda visitare. Se si utilizzano dei medicinali specifici è bene portarli con sé e dichiararli alla dogana. Questo perché il nome di un medicinale, in un altro Paese, potrebbe cambiare quindi sarebbe difficile da reperire.

Valuta e acquisti

La valuta ufficiale in Argentina è il peso e 1 Euro equivale  circa a 3,30 pesos argentini, ma per il cambio meglio consultare il valore al momento della partenza. Si possono utilizzare tranquillamente le carte di credito che sono accettate ovunque, meno apprezzati i travellers’cheque. Gli euro possono essere cambiati in qualsiasi banca o casa di cambio autorizzata. In genere si lascia il 10% di mancia nei ristoranti, caffetterie, tassisti e facchini. Ricorda che non è abitudine contrattare.Tra gli acquisti consigliati ci sono gli oggetti in cuoio, quelli d’antiquariato (ma attenzione perché per poterli esportare senza problemi devono essere muniti di una dichiarazione specifica) e maglioni in lana che sono molto pregiati ma non proprio facili da trovare.

Notizie generali

In Argentina non è ancora molto diffuso l’uso dei cellulari e si trovano ancora molti telefoni pubblici che funzionano a monete oppure locali dove è possibile telefonare 24 ore su 24. Potete comunque utilizzare tranquillamente il vostro smartphone ma, se pensate di acquistarlo prima di partire, ad esempio un cellulare rigenerato su secondlifephone.it, chiedete conferma sul suo funzionamento oltre oceano. Per le chiamate all’interno dell’Argentina dovete utilizzare 0 + prefisso della località + numero, mentre se chiamate all’estero (esempio da Argentina all’Italia)  si deve comporre 00 + prefisso del Paese + prefisso della città + numero. Dalle 22.00 alle 8.00 le tariffe sono ridotte. I numeri 0-800 e 0-810 sono gratuiti.

Per spostarsi da un punto all’altro di questo grande Stato, a volte, conviene  utilizzare l’aereo piuttosto che l’autobus: sono più veloci ed economici. L’elettricità è a 220 volt e le prese sono come quelle italiane, quindi non richiedono adattatori. Le guide sono molto valide e sono disponibili in italiano, inglese e spagnolo. Si possono incontrare diversi tipi di clima, in base ai luoghi che si visitano, quindi è bene vestirsi a cipolla e avere a portata di mano un capo che protegga dal vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *