Argentini d’Italia: la formazione più forte del campionato 18/19

La presenza dei giocatori di nazionalità argentina è stata sempre forte nel campionato italiano Tanti campioni sono passati da queste parti e tanti club hanno avuto l’onore e l’hanno ancora di poter vantare tra le proprie rose giocatori di un altro livello. Basta pensare a Maradona che non è secondo a nessuno per molti o a Javier Zanetti, che ha conquistato cuori e anime del tifo nerazzurro coronando il sogno di arrivare sul tetto del mondo con il triplete del 2010 e attualmente vicepresidente del club, e nel cuore dei tifosi italiani, a prescindere dai colori, per il suo contributo al campionato e per le sue doti di giocatore e uomo. Non è di passato però che parliamo, altrimenti, tanti sarebbero i giocatori da citare in questa formazione, ma parliamo di presente, ipotizzando la top 11 del campionato in corso di nazionalità Argentina. I nomi non mancano certo e anzi, il campionato di Serie A 2018 – 2019, qui disponibile per le scommesse italia,  propone un undici strepitoso (forse l’unico in grado di estirpare l’egemonia bianconera del campionato italiano). Ma vediamo insieme la formazione ideale dei campioni argentini per il campionato in corso divisa per ruoli.

Difesa ed estremo difensore, forza fisica e vizio del goal 

Purtroppo manca un estremo difensore argentino, ma ino ordine cronologico asseniamo la difesa della porta della top 11 a Bizzarri ora in forze al Foggia nel campionato cadetto italiano. In difesa un’ipotetica linea a tre albiceleste con Federico Fazio in forze alla Roma, German Pezzella capitano indiscusso della Fiorentina e Cristian Ansaldi del Torino. Un pacchetto che super a 10 milioni di euro e che garantisce un buona tenuta difensiva, un collante sia nella fase difensiva che in quella di attacco. Infatti, il vizietto del goal, soprattutto per Federico Fazio, non è una cosa tanto insolita. Buona difesa, buoni piedi e grandi colpitori di testa per i calci pazziati nel nostro personale dream team per la stagione in corso.

Il centrocampo di classe con fantasia e visione del gioco

Iniziano i ruoli che più hanno sfornato negli anni grandi campioni argentini. La classe, la visione di gioco e la fantasia sono da sempre segni caratteristici del gioco argentino e non da meno il quartetto che forma il nostro dream team conferma questa regola. Partiamo con un centromedianometodista davanti alla difesa, Biglia, in forza al Milan e successivamente azzardiamo un centro campo più che offensivo con Papu Gomez alla destra, in forza all’Atalanta, Paulo Dybala della Juventus e Pastore, in forze alla Roma. Papu Gomez da rifintore per la corsa sulle fasce di Dybala e Perotti che avranno l’imbarazzo della scelta per il tridente d’attacco.

Il tridente d’attacco da 80 goal a stagione

Tre punte, tre cecchini, tre che vedono la porta anche di spalle. Nell’attacco stratosferico della nostra top 11, serviti dalle azioni dei centrocampisti e dalla loro fantasia, troviamo Gonzalo Higuain in forza al Milan, Mauro Icardi dei nerazzurri altra sponda Milano e Simeone, figlio d’arte, prima punta della Fiorentina. I tre insieme assicurano un bottino di certo superiore ai 50 goal a stagione ed è davvero un peccato poterli solo immaginare insieme nello steso club. Ma forse in Argentina per i prossimi mondiali ci potrà essere questo fantastico trittico d’attacco, tutto orgoglio albisceleste e un po’ italiano. (Messi permettendo!!!!!!).

Una panchina di tutto rispetto

Non dimentichiamo la scommessa nerazzura Lautaro Martinez, Rodrgio De Paul in forze all’Udinese come lo stesso Pussetto che ha la benedizione di un certo Alexis Sanchez che dichiara “ Quando l’Udinese preleva in sud America, difficilmente commette degli errori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *