Iguazu: le cascate argentine a confine con il Brasile

Le cascate Iguazú sono spesso definite l’emblema dell’Argentina, con il loro aspetto imponente che le rende affascinanti da vedere. Un viaggio nel paese più bello del Sud America richiede quindi una tappa doverosa a Iguazu per visitare queste meraviglie della natura. La cosa strabiliante sta nel fatto che sono composte da un sistema di 275 cascate che funge da confine naturale con il Brasile.

La bellezza delle cascate Iguazu

Davanti a cotanta bellezza, racchiusa nella catena di 275 cascate, altre bellezze internazionali naturali sfigurano. Le cascate Iguazu sono magnifiche, affascinanti in ogni loro aspetto, un’attrazione di eccellente qualità, in grado di imprimere un ricordo favoloso nei turisti, che sperano sempre di poterci tornare almeno un’altra volta nella vita. I motivi di tanto stupore risiedono non tanto nell’acqua o nella forma, quanto piuttosto nella struttura di 275 cascate dall’altezza peculiare. Non a caso il salto più alto di Iguazú supera di una trentina di metri quello del Niagara. Senza mai dimenticare quanto siano imponenti le cascate stesse e tutto ciò che sta attorno.

Le cascate di Iguazú sono circondate da in flora e da una fauna floride, con un fitto verde della giungla: la fetta più importante e famosa è la “Garganta del Diablo”. Ivi sono racchiuse le bellezze più imponenti della natura in tutte le sue forme: si parte dall’acqua, per passare poi alla vegetazione, e alla caratteristica  fauna.

Lo spettacolo si può osservare maestoso sotto diversi punti di vista: ma qualunque sia la prospettiva in ogni caso si può rimanere a bocca aperta.

Questo paesaggio mozzafiato si completa ancora di più , nella parte bassa del fiume Iguazú, ove le cascate si presentano in tutta la loro completezza, senza nulla da invidiare ad altre. In concomitanza delle passerelle del circuito superiore le emozioni viscerali e il rumore riempiranno il nostro corpo e il nostro spirito; sulla sponda brasiliana di presenterà a sua volta un paesaggio altrettanto unico.

Le cascate si trovano per la maggiore in Argentina e per una piccola parte in Brasile ma, sono belle da vedere in ambedue i lati. Sapere poi che fungono da confine naturale rende ancora più magico il loro aspetto.

Il confine Argentino

Al confine argentino troviamo il “Parque nacional de Iguazú”, un immenso parco, per cui non basta una giornata intera per studiarlo in ogni minimo particolare. Volendo averne accesso, circa il costo del biglietto di ingresso, ovviamente ha il suo costo elevato (anche se ne vale la pena) e vale 500 pesos (poco meno di 30€).

Le emozioni più forti e il paesaggio senza tempo può essere ammirato sulla sponda argentina. In loco, non solo ci sono ben 2 lunghi sentieri (circuito inferiore e superiore) in cui è possibile passeggiare a piedi inoltrandosi nel parco e guardando in basso incontrandosi con l’acqua, potrete “incontrare” da vicino i salti più spettacolari scegliendo una delle attrazioni a pagamento.

Ok, la passeggiata nel parco è magnifico, ma un mondo ancora più affascinante di osservare la bellezza delle cascate è data da un giro in elicottero. La durata del volo è di appena una decina di minuti, ma il paesaggio che si prospetta davanti ai nostri occhi sarà molto più che sensazionale. Si può tra l’altro avere la possibilità di effettuare voli più lunghi, pari quasi a mezz’ora che consentiranno una perlustrazione ancora più profonda e incantevole. La vista delle cascate è magnifica, ma sarà ancora più bello concentrarsi sulla centrale elettrica di Itaipu, sul centro della città e sul monumento delle Três Fronteira durante il giro in elicottero.

IL Confine brasiliano

Dall’altro capo delle cascate in Brasile si può visitare il “Parque nacional de Iguaçu”. In questo caso andremo ad interfaccirci con un parco di gran lunga più piccolo, facilmente attraversabile con una navetta che si cimenta in diverse soste nei migliori punti panoramici.

Non per essere di parte, ma sui generis il lato argentino viene considerato molto più affascianante, anche se il confine brasiliano ha a suo favore un panorama che lascia di stucco e che si concentra interamente su tutte le cascate. Tra l’altro, sulla sponda Dè Brasil si possono incontrare facilmente molti animali che vivono a ridosso della giungla attorno alle cascate. Pur essendo i tucani emblema del parco brasiliano, è facile incontrare moltissimi coati, famosi per essere ghiotti e per essere ladri di cibo

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*