Cosa sono i crediti formativi universitari per attività extracurriculari

L’esperienza universitaria è molto cambiata negli ultimi anni. Infatti, la riforma del 1999 ha portato al frazionamento del ciclo di studi accademici, prima spalmati su un iter di durata di 4 o 5 anni. In seguito alla riforma, invece, il cammino universitario prevede una prima tappa, con il conseguimento della laurea triennale ed una seconda tappa, per il raggiungimento della laurea magistrale (fino a qualche tempo fa denominata laurea specialistica). Il percorso formativo della laurea magistrale, oltre al superamento dei canonici esami di profitto, prevede il conseguimento di 6 crediti formativi universitari, da acquisire con attività di “stage”. Ci si può rivolgere a professionisti per organizzare corsi di formazione professionale , laddove lo studente abbia verificato che partecipare a corsi di formazione professionale valga per il tirocinio. Si tratta dei crediti formativi universitari ottenuti mediante svolgimento di attività extracurriculari. Le attività extracurriculari sono, dunque, quelle iniziative svolte al di fuori della formazione universitaria. I crediti formativi universitari per attività extracurriculari si possono attraverso un tirocinio curriculare di almeno 120 ore, che dà diritto a 3 cfu, o di 150, che invece permette l’acquisizione di 6 cfu, svolto presso aziende pubbliche, private o no-profit, purché esso sia: 1. svolto durante il corso di laurea magistrale (non prima dell’iscrizione al corso); 2. regolarmente attivato secondo le procedure previste dalla legge e dai regolamenti contemplati dal corso di laurea a cui si è iscritti. Infatti, è buona norma sapere che non verranno presi in considerazione i tirocini effettuati senza la previa stipula della convenzione fra Università ed ente presso cui il tirocinio viene svolto; 3. approvato da uno dei tutor universitari, scelto tra i docenti del proprio corso di laurea, di ruolo e non a contratto, e dal tutor aziendale nominato dall’Ente ospitante. Entrambi dovranno necessariamente firmare il progetto formativo prima dell’inizio del tirocinio. Inoltre, lo studente e il tutor aziendale dovranno anche compilare online i questionari finali di valutazione. La valutazione positiva deve risultare dal questionario /relazione finale compilato dal tutor aziendale. In caso di valutazione negativa (punteggi assegnati dal tutor inferiori a 6) l’ufficio provvederà ad effettuare i dovuti controlli e potrà eventualmente non attribuire i crediti formativi universitari per attività extracurriculari. I tirocini privi di questi requisiti non potranno essere presi in considerazione ai fini del conseguimento dei crediti formativi universitari per attività extracurriculari. Tuttavia, le università prevedono anche soluzioni alternative per il conseguimento dei crediti formativi universitari per attività extracurriculari. Infatti, è possibile conseguire i 6 crediti universitari per attività extracurriculari, caratterizzati dalla dicitura “stage” all’interno dei percorsi formativi accademici, anche attraverso l altre attività, che devono essere svolte solo in seguito all’immatricolazione al Corso di laurea magistrale. Le attività extracurriculari che possono essere valide per il riconoscimento dei crediti formativi universitari sono le seguenti: 1;il servizio civile nazionale volontario; 2. un tirocinio interno alla facoltà presso cui si studia; 3. un’attività lavorativa di livello qualificato, i cui compiti siano commisurati alle competenze previste con il conseguimento della laurea triennale. Lo svolgimento dell’attività deve essere debitamente comprovata da un regolare contratto di lavoro di una qualsiasi tipologia (a tempo indeterminato, determinato o a progetto); 4. borsa di collaborazione svolta presso strutture dell’Ateneo. Per ottenere i crediti formativi universitari da attività extracurriculari/stage/attività equipollente, lo studente dovrà collegarsi alla pagina personale riservata inoltrare la richiesta di crediti corrispondente all’attività svolta. Dopo aver inoltrato la richiesta, occorre stampare il modulo e consegnarlo all’ufficio Tirocini, a cui si allegherà tutta la documentazione necessaria. La Commissione dedicata alle attività didattiche integrative valuterà le richieste ed assegnerà i crediti formativi universitari per attività extracurriculari. Di certo, i crediti formativi universitari per attività extracurriculari sono un valido strumento per introdurre lo studente in un contesto lavorativo e affiancare al percorso specialistico degli studi, anche una concreta attività professionale.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*